Linda Evans – Telebolero 21/2009

IN CUCINA HO RITROVATO IL SUCCESSO

************************************

Quando la lunga stagione di “Dynasty” si concluse, anche la carriera di Linda Evans sembrò arenarsi. Ora, grazie a un reality, l’attrice sembra aver ritrovato l’amore del pubblico

************************************

Ricordate Linda Evans? Capelli biondo platino e ciuffo svettante ad “ali di rondine”, nei panni di Krystle Carrington, uno dei personaggi principali del serial americano “Dinasty”, insieme alla sua bruna antagonista Joan Collins – che interpretava la diabolica Alexis – divenne una delle più celebrate icone femminili degli anni ’80. Dal 1981 al 1989, infatti, grazie alle nove stagioni di questa saga televisiva la fama di Linda crebbe a dismisura e la sua immagine di angelo biondo (offuscata di tanto in tanto solo dalle memorabili risse con la nemica Alexis) divenne familiare in quasi ogni angolo del pianeta. Per lo meno, ovunque ci fosse un televisore… Con il ruolo di Krystle, insomma, arrivato quando l’attrice era già prossima ai quarant’anni, la Evans aveva ritrovato la strada del successo che così bene aveva intrapreso da ragazza, negli anni ’60, quando per quattro anni era stata fra i protagonisti della serie tv ad ambientazione western “La grande vallata”, ma che in parte aveva smarrito negli anni successivi, non trovando ingaggi di pari rilievo. “Dynasty”, però, le valse molte soddisfazioni e più di un riconoscimento: dal 1982 al 1986 ricevette ogni anno la nomination ai Golden Globe Award come miglior attrice e nell’82 portò anche a casa il premio; negli stessi anni vinse cinque “People Choice Award” e nel 1983 si ritrovò persino in lizza per un Emmy. Ma non è tutto! Divenne un personaggio televisivo di tale rilievo da meritarsi anche una stella lungo la celeberrima Hollywood Walk of Fame, a Los Angeles…

Quando “Dynasty” finì, però, a poco a poco tutto questo sembrò svanire e nel corso degli anni ’90, fatta eccezione per poche rare apparizioni, Linda Evans si ritirò quasi completamente dalle scene, limitandosi ad accettare solo qualche ospitata in tv.

Ecco perché siamo così contenti di mostrarvi le foto di questo servizio che celebrano un suo recente trionfo: lo scorso 27 aprile, infatti, l’attrice statunitense ha vinto la quarta edizione britannica di “Hell’s Kitchen”, un reality show nato negli Usa ma subito esportato anche nella Vecchia Europa che vede personaggi celebri sfidarsi ai fornelli e nella conduzione di un ristorante sotto la guida e il giudizio di un grande chef. In Italia avevamo visto qualcosa di simile ne “Il ristorante”, reality condotto da Antonella Clerici e andato in onda su Rai Uno tra la fine del 2004 e l’inizio del 2005.

Vittoria al salmone

La Evans, va detto, ha vinto “sul filo di lana”, battendo dopo un vero e proprio “duello all’ultimo ingrediente” l’altro finalista, il comico inglese Adrian “Ade” Edmondson, che fino a poco prima sembrava destinato alla vittoria. Il trionfo della Evans è dipeso sia dai giudizio degli esperti sia dal televoto del pubblico, che a dispetto di alcune sue precedenti “scivolate” culinarie, probabilmente ha deciso di premiarla perché conquistato dalla tranquillità e dalla modestia che l’attrice aveva mostrato durante le due settimane del gioco. Di fatto, nel momento dell’incoronazione del vincitore, ai numerosissimi spettatori che seguivano il reality in diretta sulla rete britannica ITV1 l’attrice è apparsa scioccata, come se non avesse mai realmente pensato di avere autentiche chance di vittoria. “Che abbia vinto io è a dir poco stupefacente!” ha infatti commentato Linda, la cui prima reazione, udito il verdetto finale, è stata portarsi le mani alla bocca in un gesto di assoluta incredulità e subito dopo saltare al collo dell’altro finalista, abbracciandolo calorosamente. Più tardi, recuperata la calma, la Evans ha dichiarato alla stampa di fare un po’ fatica a rendersi conto dell’accaduto: “è passato così tanto tempo da quando avevo successo in ‘Dynasty’”, ha aggiunto sorridente “che ormai mi ero convinta che il mio turno fosse definitivamente passato: invece mi sbagliavo! Sono davvero felice di aver raggiunto questo traguardo in televisione a 66 anni, sono felice di aver conquistato tanta gente: è molto importante, infatti, che le donne si rendano conto di poter lavorare a lungo anche in televisione, anche se non più giovanissime”. Ma i commenti a caldo dell’attrice hanno riguardato anche i suoi compagni d’avventura, a cominciare dallo chef Marco Pierre White, “allenatore” dei concorrenti nonché giudice di questa gara culinaria: “Lo adoro: è un uomo molto affascinante e non è affatto egocentrico, non ha mai deliberatamente cercato di metterci in difficoltà: ha sempre voluto esclusivamente che tirassimo fuori il meglio di noi. In tutti questi giorni mi sono sempre sentita in buone mani”. Molti anche i complimenti che la Evans ha riservato al secondo classificato, Ade Edmondson: “è una persona così divertente… È davvero un uomo splendido, una vera benedizione! E secondo me è lui fra noi il cuoco migliore”; insomma, seppur rivali, i due sembrano essere riusciti a costruire una promettente amicizia, tanto che l’attrice ha anche dichiarato che ora che il gioco è finito probabilmente soffrirà di “astinenza da Ade” e che per questo chiederà a lui e a sua moglie Jennifer di raggiungerla per una vacanza negli Usa, a Seattle, dove risiede.

In ogni caso, in cucina qualcosa di buono Linda deve averlo combinato… L’ultima sfida in cui si sono cimentati lei e Edmondson, del resto, ne è la prova lampante: il grande chef francese Raymond Blanc, infatti, chiamato a giudicare l’abilità dei due finalisti nel preparare un pasto di classe, pur apprezzando l’ottima prova del comico ha preferito il menu proposto dalla Evans: un antipasto a base di granchio seguito da un’invitante salmone servito con una salsa orientale preparata con olio d’oliva, salsa di soia, zenzero, aglio e limone. Un’autentica iniezione di autostima per la nostra beniamina che ha raccontato: “quando Raymond ha detto che la mia pietanza era la migliore non stavo più nella pelle! Aver ricevuto un così bel complimento da un uomo del genere è davvero elettrizzante”.

Lascia un commento